Cose di destra...

“Popolo e Nazione” dà il la alle iniziative

Organizzazione che a Fratelli d’Italia è parallela ma non subordinata

di Iena reazionaria marco pitrella

S’è riaccesa la fiamma in quel di corso Sicilia, nella storica sede che fu del Movimento Sociale Italiano e dove oggi è Fratelli d’Italia a aver la sua, di sede. E, di fianco, ritagliandosi un suo spazio di autonomia trova cittadinanza “Popolo e Nazione”, organizzazione che, appunto, a Fratelli d’Italia è, per così dire, parallela ma non subordinata. “Popolo e Nazione” è la “destra identitaria”, come la definisce il presidente Luciano Zuccarello.

“Combattere i rischi di massificazione e di omologazione delle culture e dell’educazione”, uno degli obiettivi. “Diffondere i valori e le radici della nostra civiltà romana e mediterranea parte essenziale dell’occidente”, lo scopo; quindi “la sovranità nazionale”. “Dio, patria… libertà, dignità dell’uomo e… famiglia”. Famiglia che per “Popolo e Nazione è la “pietra angolare della società”. E quale miglior occasione se non il periodo natalizio per dare il la alle iniziative in programma durante l’anno. Tema del primo incontro, non a caso, “La famiglia è sacra. Sempre”. “Ci ha guidati, spiega Zuccarello, don Francesco Aleo, docente di patristica presso l’Istituto Teologico S. Paolo di Catania, che, grazie alla sua competenza ci ha condotti in una profonda riflessione riguardo il nostro essere cattolici”.Tante le presenze come tanti gli interventi nel corso della serata, “tra i quali tengo a sottolineare quelli del nostro segretario Giorgio Spina, di Marco Leonardi e Alberto Cardillo”. C’è voglia di tradizione, dunque. Il che non dispiace, anzi.

Lascia una recensione

avatar