A Palermo il Tram ha una storia antica

LA STORIA DEL TRAM DI PALERMO

Tra passi in avanti e marce indietro Palermo ha sempre scelto il Tram.

Palermo e Tram. Una storia antica.

1871. Enrico Tortorici chiede al Comune di Palermo “la concessione per l’impianto e l’esercizio dei Tramways”. Ottenuta la concessione, la cede all’ing. Sabino, rappresentante di una cordata che ha costruito la rete tranviaria di Barcellona, Londra, Glasow, Parigi. La prima linea di ferrovia a cavalli viene inaugurata il 23 marzo 1878.

1898. La Società Sicula dei Tramways-Omnibus ottiene l’autorizzazione per trasformare in trazione  elettrica le linee esercitate a trazione animale. La prima tramvia elettrica entra in esercizio il 24 maggio 1899. 1909. Vengono affidati alla “Les Tramways de Palerme” i collegamenti con Mondello e gli altri sobborghi. 1914. Palermo ha 87 km di rete tramviaria. E’ una delle città più importanti d’Italia in fatto di infrastrutture per il trasporto pubblico collettivo. 1925. Il Comune integra il servizio delle tramvie con le linee di autobus. Nasce a Palermo il Trasporto Pubblico integrato. 1932. Palermo è leader in tema di trasporto pubblico urbano. 19 linee tramviarie per complessivi 120 km di rete, 14 linee di autobus per 113 km. 1939. Inizia la fine del tram. La società Tranvie di Palermo ottiene l’autorizzazione per la trasformazione in filovie delle linee dell’intera rete dei tram di Palermo, per una lunghezza di esercizio complessiva pari a 85,394 km. I filobus vengono considerati – a torto -  un mezzo di trasporto più efficace dei tram. Maggiore velocità commerciale, migliore compatibilità ambientale, minori costi infrastrutturali e di esercizio. 1940. L’autobus – il cui esercizio è considerato fino ad allora integrativo del servizio di trasporto pubblico ad impianti fissi – assume il compito di assicurare il trasporto pubblico a Palermo. Le 19 linee di autobus per complessivi 125 km di rete, caratterizzano Palermo quale terza città in Italia, dopo Roma e Genova,  per linee di autobus. “La Tranvie di Palermo” assumono la denominazione “Società Anonima Siciliana Trasporti” (SAST). 1942. Palermo ha la rete filoviaria più estesa d’Italia. 1948. La SAIA – che gestisce il trasporto pubblico su gomma – ha una rete di esercizio di 190,4 km. La SAST – che gestisce i filobus – ha una rete di 147,5 km. 1950. Palermo costituisce una anomalia nel panorama nazionale. Coesistono infatti due società di trasporto pubblico, SAIA e SAST. Quest’ultima propone “di affrontare il problema dell’unificazionde dei servizi in una unica gestione, alla quale sia unitariamente attribuito il compito di assicurare i servizi pubblici della città, con particolare riguardo alle esigenze derivanti dall’inteso sviluppo edilizio in corso … Solo a meschini interessi privati e all’acquiescenza delle autorità è da attribuirsi il permanere in taluni casi di sitemi concorrenti, che interferiscono tra loro con danno degli utenti e aumento della spesa complessiva”. 1964.  L’ARS nel maggio 1964 approva la legge n. 206 per favorire la municipalizzazione dei trasporti pubblici urbani, che costituisce la fine delle ferrofilotranvie in Sicilia. 1966. Comincia la dismissione delle rete tranviaria. I binari lasciano il posto ai palazzi! FINE DELL’ESPERIENZA FILOTRANVIARIA A PALERMO. 2000. Stanziamento di 161 miliardi di lire da parte della Banca europea per gli investimenti per la realizzazione di tre linee di tram. L’opera viene completata l’ultimo giorno utile per non perdere il finanziamento dell’UE, il 30 dicembre 2015, dal Sindaco Orlando, giunto al quarto mandato, dopo che anche le due Amministrazioni di centro destra guidate da Cammarata (2002-2012) avevano portato avanti il progetto. 2016. Progettazione di massima di nuove 7 linee. Finanziamento di importo pari a 198 milioni del Patto per il Sud, di cui 157 per le sole opere di tre delle sette linee.

Lascia una recensione

1 Commento su "LA STORIA DEL TRAM DI PALERMO"

avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
trackback

[…] per evitare che si realizza la soluzione scelta, adottata e finanziata. Come già affrontato in un precedente articolo (VEDI) Palermo e Tram è un binomio difficile. Il tram a Palermo ha sempre avuto vita difficile, sin dalla fine dell’800, quando, il Comune di […]

wpDiscuz