!!!

I nuovi mostri

di Saro Patanè

Io non so chi siano, ma è chiaro che la campagna elettorale siciliana, oltre alla Sicilia ha avuto anche una valenza nazionale di scelte e scenari politici.

La campagna siciliana è stata tutta approntata sull’impresentabilità di alcuni candidati nelle liste che sostenevano Musumeci presidente. Diversi opinionisti, scienziati e pedagogisti di moralità, internettologi e soci onorari di selfisti anonimi, gli avversari di Musumeci, non per quanto riguarda la persona ma per coalizione, lo accusavano poiché i Genovese, il Cuffaro, il Pellegrino, sono dei mostri.

Mi dispiace che il Cancellieri, non chiami il “suo”, il nostro presidente Musumeci, perché volente o nolente, è il presidente della Sicilia e dei siciliani. Sicuramente spero che prima o poi Cancellieri e il Movimento cinque stelle ci faccia capire cosa farà da grande, poichè penso che qualche limite ci sia, dato che se devo andare in bagno ancora devo alzare la mano e chiedere il permesso.

Visti i risultati definitivi, i mostri sopra citati come impresentabili, tutto sommato non hanno ottenuto un risultato, e per carità la personale vittoria di Luca Sammartino, candidato del PD di oltre 32.500 voti, con una media di 5,60 per i 58 comuni della provincia che compongono, è sicuramente un plebiscito che fa paura.

Volevo precisare che personalmente non ho avuto il piacere, né il dispiacere di conoscerlo o di incontrarlo, non chiedo ai suoi avversari politici cosa ne pensino, perché sarebbe scontato che per avere un risultato personale simile, per Sammartino abbiano votato tutti i chierichetti della diocesi si Catania e provincia, tutti gli scout e perché no, anche le giovani marmotte, però mi piacerebbe conoscere le opinioni dei segretari comunali, provinciali, regionali e nazionali del PD attuali.

Le chiedo, onorevole Cancellieri, se si sentirà a suo agio quando siederà in sala regionale con persone come Sammartino, che con un plebiscito simile in terra di Sicilia, implica che o siamo tutti mafiosi o tutti, come una sorta di tutti dentro o tutti fuori, innocenti. Nel frattempo siamo in attesa di giudizio.

Caro presidente Musumeci, mi consenta di fargli i più sinceri e agguerriti auguri di un mandato netto e pulito, di chi come lei, in tempi sospetti e immaturi, ha avuto il coraggio e la lungimiranza di creare Air Sicilia e il tarocco DOC.

Lei presidente Musumeci, per il periodo storico e globale, ha il compito e la responsabilità di far rinascere la SPERANZA DEI SICILIANI ONESTI.

Buon lavoro

Lascia una recensione

avatar
wpDiscuz