Riflessioni sull'attualità

Cronache catanesi: “Caro sindaco Bianco ti scrivo…” di Saro Patanè

Un personaggio molto conosciuto a Catania (è stato consigliere di quartiere e presidente a San Giorgio-Librino) ne dice due al primo cittadino....

Caro Sindaco Bianco, ho letto la sua lettera sul quotidiano “La Sicilia”, oltre che le sue interviste sui notiziari nazionali, devo dire che non ne perde una, sempre attento e vigile.

Proprio sulla questione del vigile urbano aggredito a Catania, mi associo alla sua solidarietà e stima verso i vigili urbani di Catania, ma mi sia permesso, con riserva per qualcuno però, e mi creda mi costa fare queste affermazioni con tanta amarezza.

Affermo ciò perché nel mio impegno politico precedentemente avuto, abbiamo organizzato a Librino diverse iniziative vive insieme ai vigili urbani di Catania, dai caroselli con i vigili a cavallo nelle scuole di Librino, alle lezioni con immagini forti relativi agli incidenti avuti da chi non indossava il casco, alle lezioni con il maestro Vaccalluzzo, e non smetterò mai di ringraziare il corpo dei vigili urbani di Catania, il comandante Pietro Belfiore e il maestro pirotecnico Alfredo Vacalluzzo.

di redazione

 

Ma potrei raccontarle anche delle cose che sento dire nei mercatini e mercati storici di Catania sui vigili, sono cose che sento dire è vero, ma le posso affermare che qualche vigile di Catania (esperienza vissuta personalmente) emette due verbali, di cui: il primo perché forzo un posto di blocco, in cui nessuno mi viene ad inseguire e il secondo perché non indossavo il casco, il tutto avviene a San Giorgio, a 100 mt da casa mia.

Cerco di capire un po’ la situazione e con amarezza, qualcuno mi dice che questa è proprio una caratteristica di questo signore di cui parliamo, un vero e proprio galantuomo, che fa cassa per il comune.

Le potrei raccontare dei vigili del fuoco che ad ogni sfilata, ogni cerimonia, spontaneamente vengono applauditi, ma qualche mese fa, arrestano dei vigili del fuoco stagionali poiché appiccavano incendi nei boschi per guadagnare 10€, e dico 10€, l’ora per intervenire.

Potrei ricordarle, per quanto riguarda la polizia, il famoso periodo della uno Bianca dei carabinieri, il caso Cucchi e ancora affittopoli, esercitopoli e santinopoli per ancora continuare non so fin dove.

È chiaro che Lei affermi che il cittadino abbia smarrito quel senso civico, ma forse ciò avviene perché il senso civico da Lei affermato non c’è mai stato.

Nella vergogna del liceo Bellini, la questione etica-morale di chi ha un conflitto di interesse, l’isolamento e le distanze prese da chi in consiglio comunale ne fa parte familiare, perché le regole o valgono per tutti o si va verso l’anarchia.

Le dico questo perché Lei è stato ministro degli interni della repubblica italiana (è inutile ricordarle quello che ha scritto Enzo Biagi sul suo ministero, o era anche lui un populista, o un fascista?).

Perché io che ho uno zio pregiudicato non posso avere il rilascio del porto d’armi per uso caccia? Perché io che ho uno zio in associazione mafiosa, il quale a sua volta paga il suo debito con la giustizia prima ancora che io fossi nato, non posso fare concorsi per entrare a far parte delle forze dell’ordine?

Queste caro Sindaco sono storie vere, però consiglieri nel suo consiglio comunale, che possiedono parenti con reati mafiosi, sono stati eletti e sono nella maggioranza. Ma come mai in questo caso non si invoca il senso civico? La questione morale-politica?

Sicuro di una sua risposta, grazie Saro Patanè

Ci tengo a precisare che non è giusto, perché a causa di un fratello, un padre, uno zio, un cugino colluso, lo debba essere anche io? Il garantismo non è di stagione.

E' "divorzio"!

Politica, decisione-choc, “First Lady” Adele Palazzo: “Pd, ti lascio!”

Letto: 578
Commenti: 0

Sui temi "caldi" dell'attualità voci dissonanti

Elezioni a sinistra, Goffredo D’Antona: “Fava? Navarra? I nomi li ho...

Letto: 299
Commenti: 0

I PRINCIPALI SFIDANTI DI ORLANDO SONO GIOVANI MA FIGLI DELLA VECCHIA POLITICA

SINDACOLLANDO U’ PAPA’

Letto: 584
Commenti: 0

Mai dire mai!

Cronache del Regime catanese: Bianco e le sue mille inaugurazioni

Letto: 169
Commenti: 1

Oggi apertura con parole che...

Regionali, Nello Musumeci inaugura comitato di Palermo: “da questa città ci...

Letto: 62
Commenti: 0

Stamane alle 10,30

Economia&Sindacato: Cgil, focus su Catania a cura di Cerdfos. Presentazione dell’identikit...

Letto: 7
Commenti: 0

Un romanzo che affonda le sue radici in una storia vera

Editoria, Centuripe(En): presentato “Il colpo di coda”

Letto: 35
Commenti: 0

Legalità parlata e praticata

Elezioni regionali. Arcidiacono:”Si avvii immediatamente una campagna di deaffissione dei manifesti...

Letto: 46
Commenti: 0

Lascia una recensione

avatar
wpDiscuz